Analisi finanziaria per una corretta gestione delle risorse

Autore: 

Scopri come gestire in modo efficiente la Tesoreria della tua azienda!

Condizione per una corretta gestione gestione delle risorse monetarie aziendali è effettuare una corretta analisi finanziaria che permetta di poter pervenire ad un giudizio di equilibrio circa la condizione delle finanze dell’impresa. In un sistema economico così movimentato come il nostro, condurre una corretta analisi finanziaria consente di tutelarsi da eventuali squilibri gestionali importanti. Risulta inoltre di primaria necessità il controllo che ogni azienda deve saper effettuare nei confronti delle istituzioni bancarie con le quali intrattiene rapporti economici.

Saper leggere la propria centrale dei rischi e riuscire ad ottenere condizioni di finanziamento vantaggiose rientra infatti in una buona ed efficiente gestione finanziaria.

Quando si parla di gestione finanziaria è bene inoltre non sottovalutare l’importanza del ruolo di consulenti specializzati in materia tali da condurre l’organizzazione verso il raggiungimento degli obiettivi che l’azienda si è posta.

Ma quali sono le cosiddette buone pratiche per poter effettuare una corretta analisi finanziaria?

Ausilya ha individuato 4 buone pratiche indispensabili per poter effettuare un’analisi finanziaria attendibile in grado di condurre ad un giudizio di equilibrio:

1. Controllare nel breve periodo il divario tra le entrate e le uscite monetarie

Ci riferiamo al controllo di tesoreria. Un’ impresa può dirsi in equilibrio se riesce, nel tempo, ad avere un buon controllo della tesoreria ovvero quando le sue entrate riescono a fronteggiare le uscite tenuto conto della situazione e della dinamica aziendale.  In un determinato periodo della vita aziendale è evidente che le uscite possono superare le entrate soprattutto quando i programmi di investimento sono in corso di realizzazione. Occorre, però, che tale sbilancio rimanga sotto controllo e non porti la posizione finanziaria complessiva in zona di debito eccessivo.

2. Controllare che la composizione delle fonti di finanziamento sia coerente con la strategia aziendale

Molto importante visionare che la composizione del passivo patrimoniale tra debito e mezzi propri sia coerente con il modello di business adottato ossia coerente con la natura della specifica impresa. Pur consapevoli che nessuno conosce il comportamento ottimale di queste grandezze, secondo la nostra esperienza la coerenza si ottiene quado il grado di indebitamento sia inversamente proporzionale al grado di variabilità dei margini operativi. Questo sta a significare che tutte le imprese con una redditività delle vendite variabile debbono mantenere il livello del debito su valori contenuti.

3. Stabilire un rapporto corretto tra reddito operativo e oneri finanziari

Molto semplice risulta il controllo di quello che potremo definire “verifica della tensione finanziaria” rappresentato dal rapporto tra l’EBIT e gli oneri finanziari. Il nostro allarme deve crescere quando tale valore risulta vicino all’unità. Infatti tale condizione evidenzia la non disponibilità finanziaria della gestione alla remunerazione del capitale fornito da terze parti quasi sempre rappresentate dal sistema bancario.

4. Stabilire un rapporto corretto tra valore dell’attivo e valore delle passività

Questo controllo viene spesso, nella letteratura, indicato come “logica del banchiere” e corrisponde alla valutazione, possibilmente a prezzi correnti, dell’attivo patrimoniale dell’impresa. Se tale grandezza si dimostra superiore al passivo patrimoniale allora saremo in una situazione di equilibrio finanziario. Questo modo di vedere la gestione deriva dal concetto che si può legittimamente pensare che il rimborso di tutti i debiti possa essere originato dal realizzo dei valori dell’attivo aziendale.

Ti piacerebbe avere l’opportunità di ottimizzare la gestione finanziaria della tua azienda?

Contattaci! I nostri professionisti, specializzati in finanza aziendale, dopo aver analizzato la situazione finanziaria della tua impresa, ti indicheranno la strada migliore da seguire per supportare la tua azienda!

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn

Post correlati